Scaricare ebook e magazine gratuiti in italiano: dove?

Mi scuso per la lunga assenza, dovuta a concerti ed altri eventi della vita reale… prometto che nei prossimi giorni risponderò anche a tutti quelli che mi hanno inviato e-mail!
Prima di lasciarvi al post, vi annuncio che domani, primo maggio, sarò a Macerata ai Giardini Diaz per una presentazione di Lavoricidi! Potete trovare più informazioni sul nostro sito, lavoricidi.wordpress.com . Venite a trovarmi!

Se avete già letto d.flies (gratuito in versione ebook, potete scaricarlo qui) e volete leggere qualcos’altro in maniera gratuita… dove potete trovare tanti libri gratis da scaricare senza problemi?

 

I classici

Per gli amanti della letteratura antica, ‘è il famosissimo Liber Liber, che mette a disposizione i maggiori classici in versione totalmente gratuita. Ideale per chi studia o per chi vuole leggere un classico senza spendere un soldo! Un altro archivio ricco di classici è quello di Project Gutenberg dedicato all’italiano, che trovate qui. Inoltre, quando acquistate un ebook reader molto spesso esso contiene già in memoria una selezione dei migliori classici. Anche i negozi online presentano spesso questo tipo di selezione: cercate su Amazon.it, ad esempio! Io ho letto in questo modo Dracula.

Altri libri

Esistono tantissimi siti dai quali potete scaricare libri gratuitamente. Altre persone volenterose hanno fatto delle liste su internet: invece di fare un copia/incolla, ecco qua i link a questi articoli.
Generazione internet 
Giardini blog

 

Riviste

Per chi oltre ai libri ama leggere anche riviste e magazine in maniera gratuita, segnalo un paio di siti. Per cominciare il famosissimo Issuu, sul quale si possono trovare riviste indipendenti di arte e letteratura. Simile anche Youblisher, che però presenta meno materiale. Infine c’è anche Calameo, che grazie alla sua utile divisione in categorie vi permette ad esempio di cercare riviste solo nella sezione Letteratura.
Tra le riviste interessanti segnalo:
Speechless Magazine (Youblisher) – neonato megazine dedicato alla letteratura con recensioni, interviste e tanto altro.
Sul Romanzo (Issuu)- nato dall’omonimo blog, un altro magazine interessante, ricco di articoli relativi alla scrittura e racconti
Creativity Papers (Calameo) – Magazine del sito/forum Creativity Station, con tanti racconti interessanti!

 

I miei preferiti

Immensola – dedicato solo ai classici, la particolarità di questo sito è la possibilità di creare una vera e propria mensola virtuale sulla quale mettere anche oggetti oltre ai vostri libri preferiti. Una alternativa simpatica ai siti più “seriosi”. Purtroppo il sito è ancora in fase beta e ci sono pochi romanzi.

ebookgratis.it – ha anche un interessante blog in cui vengono segnalati altri siti da cui scaricare ebook gratuiti.

Starbooks – Starbooks è un’interessante blog che ha anche una sezione dedicata a libri di esordienti, completamente gratuita e selezionata dai proprietari del sito

Infine concludiamo con Meetale. Dedicato agli scrittori esordienti, è l’ideale per chi ha un iPad: grazie all’app dedicata potete leggere tantissimi libri in maniera gratuita!

from Ladycaos.eu http://www.ladycaos.eu/?p=554&utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=scaricare-ebook-e-magazine-gratuiti-in-italiano-dove

Lavoricidi, presentazione a Macerata!

Finalmente posso presentarvi ufficialmente questo progetto a cui ho partecipato con altri scrittori marchigiani!

Lavoricidi è una raccolta di racconti ambientata in quest’angolo di “Marche Sporche”: 15 racconti, 15 modi diversi di parlare del mondo del lavoro con amarezza ed ironia. Promosso da Zaratan Clan ed edito da Communication Project, il libro sarà presentato in anteprima assoluta a Macerata Racconta il 5 maggio alle ore 18 (questa data potrebbe essere soggetta a cambiamenti).
Veniteci a trovare a Piazza C. Battisti (Galleria Scipione in caso di pioggia)! Faremo una breve presentazione del libro, potrete incontrarci ed acquistarlo se volete ;)

Per più informazioni su Macerata Racconta, visitate il loro sito. Scaricate la mappa, utile per trovarci!
Per quanto riguarda Lavoricidi, potete trovarci su Facebook, Twitter e Google Plus. Il nostro blog, lavoricidi.wordpress.com , sarà presto operativo!

from Ladycaos.eu http://www.ladycaos.eu/?p=564&utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=lavoricidi-presentazione-a-macerata

Applicazioni gratuite iPad per la scrittura

Come annunciato qualche post fa, grazie a Meetale ho vinto un iPad. Ho quindi passato le ultime settimane a provare alcune applicazioni per scrivere.
Premetto che molte applicazioni che trovate nel Market sono a pagamento (ad esempio, esiste una versione a pagamento di Ommwriter -che ho recensito qui– per iPad), io ho deciso invece di provare solo quelle gratuite. Tutte le app sono in inglese, ma rimangono molto intuitive e possono essere usate anche se non conoscete bene la lingua. Inoltre, vi ricordo che l’iPad possiede nativamente una applicazione di base per scrivere, ovvero Note.

In generale, l’iPad si rivela uno strumento buono per scrivere: lo schermo è abbastanza sensibile anche coperto da un foglio protettivo in plastica e la scrittura si rivela agevole. Se poi non riuscite ad abituarvi alla tastiera su touchscreen, ho visto nei negozi e su internet un piccolo gadget che può risolvere il problema: si tratta di una tastiera Bluetooth che si connette all’iPad e vi permette di utilizzarlo come un piccolo netbook! Ne trovate di molti tipi, quelle meno costose hanno prezzi intorno ai 30 euro (qualcosa di meno se comprate su eBay la versione “mini”).

Purtroppo non vi sono molte applicazioni gratuite dedicate alla scrittura nel market, ma ecco qui di seguito una recensione di quelle da me provate! Le prove sono state effettuate con un iPad 2 da 16 giga.

  • Moleskine:
    Il famoso quadernino ha una sua applicazione gratuita per iPad (andate qui). Con Moleskine avete a disposizione un vero e proprio quadernino virtuale, simile a quelli “reali”, nel quale annotare ciò che volete. Potete scegliere il tipo di carta (a quadretti, a righe o bianca), fare disegnini, aggiungere alla pagina immagini presenti nella memoria iPad, catalogare i vostri scritti per meglio ritrovarli in seguito, utilizzare geotag per geolocalizzare le vostre note e condividerle con chi volete tramite l’email o i principali social network. Una app molto piacevole, utile per tenere un diario od appuntarvi pensieri che possono in qualche modo sfuggirvi (fondamentale anche la funzione categorie per districarvi tra le vostre memorie!)
  • Bamboo paper:
    Bamboo paper è un’applicazione realizzata dalla Wacom, nota produttrice di strumenti da disegno per computer e tablet (andate qui oppure qui). Nella versione free, questa app vi mette a disposizione un quaderno (nella versione a pagamento invece potete averne più di uno) del quale potete scegliere il colore di copertina ed il formato delle pagine interne (diversi tipi di righe, quadretti, pagina bianca, pagina per liste). Bamboo è l’ideale per chi ama scrivere a mano o ha l’esigenza di fare disegni che accompagnino lo scritto: infatti la scrittura a mano visualizzata in maniera molto fedele, potete scegliere lo spessore ed il colore del tratto ed utilizzare gomma ed evidenziatore. Infine, è possibile condividere il vostro file tramite email, tramite Evernote o salvarlo come foto. Bamboo paper è molto carina, in versione free il limite di un solo quaderno può portare qualche svantaggio a chi prende appunti “a random” ma è l’ideale se volete scrivere a mano. Se non volete comprare la costosa penna per tablet Bamboo della Wacom (30 euro) su eBay è possibile trovare penne per iPad generiche a meno di 5 euro.
  • PlainText
    PlainText è, come dice il nome, un editor di testo senza molte distrazioni (andate qui). Oltre ad essere più piacevole alla vista rispetto a Note grazie allo sfondo bianco, questa app vi permette di organizzare i vostri scritti in cartelle e di condividerli tramite il popolare servizio di filesharing Dropbox salvandoli inoltre in formato .txt, leggibile da (quasi) tutti gli aggeggi elettronici in vostro possesso.

Oltre a queste applicazioni puramente per la scrittura, ne ho provate altre che invece presentano delle funzioni un po’ diverse.

  • MyJournal
    Ideale per chi vuole tenere un diario, questa app è un vero e proprio diario virtuale (la trovate qui).  Potete impostare un codice segreto di 3 cifre per impedire ad altri l’accesso al diario ed aggiungere alle vostre pagine immagini, segnalibri e simpatici sticker. Per accedere poi alle varie pagine, basta andare nella giornata corrispondente tramite il calendario integrato alla app. MyJournal è l’ideale per tenere un diario quotidiano, ad esempio se siete in viaggio.
  • MobileNoter 
    MobileNoter è una app che a prima vista richiama molto i post-it e le agende, sui quali appuntare pensieri veloci ed appuntamenti. Il sito ha un video tutorial e molte immagini se volete farvi un’idea. Io l’ho trovata non molto intuitiva, ma graficamente è molto simpatica con il suo richiamo alle agende cartacee ed ai quaderni a spirale. Potete inoltre scrivere sia con la tastiera che a mano, inserire immagini, scrivere con diversi colori e persino registrare un audio. MobileNoter appare quindi l’ideale per prendere appunti durante lezioni e conferenze.
  • 7NotesHD
    7NotesHD rimane, nelle funzioni, molto simile a MobileNoter (la trovate qui). Potete scrivere sia a mano che con la tastiera, inserire immagini, condividere il vostro scritto tramite i social network o usare email o altre applicazioni come Evernote o Dropbox. Ha anche un correttore interno per correggere quello che scrivete (cosa che io trovo oltremodo irritante, ma che può essere utile a molti altri). La versione free funziona bene ma non offre la funzione che la differenzia dalle altre – presente invece nella versione premium – ovvero la conversione della scrittura a mano a testo digitale. Anche senza questa funzione, 7notes rimane una buona app per prendere appunti. Personalmente ho trovato MobileNoter più intuitiva ed esteticamente più “carina”, ma 7notes offre molte più opzioni di condivisione.

E questo è tutto! Se conoscete altre app gratuite per iPad, non esitate a segnalarle lasciando un commento.

from Ladycaos.eu http://www.ladycaos.eu/?p=548&utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=applicazioni-gratuite-ipad-per-la-scrittura

Ancora una volta sulle distrazioni: estensioni utili per il vostro web browser!

Come ho annunciato nel post precedente, sto testando alcune applicazioni di scrittura per iPad. Nel frattempo, ecco un articolo che parla invece di software utili per il vostro pc!

Stavo rileggendo pochi giorni fa un articolo del sempre interessante 99%, il magazine curato da Behance (a proposito, se siete su Behance, ci sono anche io!) .
Nell’articolo, intitolato (traduzione mia) “Il futuro del miglioramento personale, parte I: avere tenacia è più importante del talento”  l’autore sostiene, in parte in maniera provocatoria, che avere grit (traducibile come coraggio, fegato, tenacia) garantisce il successo più che il talento puro e semplice: anche una persona di talento medio può superare un genio se ha sufficiente tenacia. Questa affermazione è basata sullo studio di alcuni soggetti: esso ha dimostrato che l’autocontrollo porta a distrarsi meno e concentrarsi di più sul lavoro, facendo ottenere ai soggetti studiati risultati maggiori.

Questo articolo mi ha ricordato un capitolo di un libro sulla scrittura creativa che amo molto (consigliatomi da Luca Lorenzetti anni fa, durante un corso di scrittura creativa). Il libro è Page After Page di Heather Sellers. Questo manuale è pieno di consigli interessanti per gli aspiranti scrittori, ma il capitolo a cui mi riferisco in particolare è Butt in Chair, “l’unica tecnica di cui avete bisogno per diventare dei veri scrittori”. Butt in Chair letteralmente significa “culo sulla sedia”: quello che la Sellers vuole dire è che la qualità primaria che rende uno scrittore diverso dalle altre persone (comprese quelle che vorrebbero scrivere ma non lo fanno) è la capacità di sedersi e concentrarsi sulla pagina bianca in maniera regolare e costante, ogni giorno, giorno dopo giorno, anno dopo anno.
Benché io sia convinta che uno scrittore debba anche avere talento, sicuramente l’impegno giornaliero o almeno costante è quello che differenzia chi pensa di scrivere, chi sogna di scrivere e chi scrive sul serio (anche quando non si tratta di un capolavoro!).

Dopotutto, la Rowling si è vista rifiutare Harry Potter da numerosi editori prima di essere finalmente pubblicata. Se non è grit questo!

A tal proposito, giungo a portarvi altri due simpatici attrezzi che vi consentono di mantenere alta l’attenzione sulla pagina bianca di Word senza andarvi a perdere nei labirinti di Facebook. Si tratta di due estensioni per Google Chrome, il famoso browser di navigazione su Internet: Stay Focusd e Concentrate. Già dal nome potete capirne lo scopo!

Nella prima potete assegnare un tot di minuti al giorno ad alcuni siti che volete visitare ma sui quali non volete passare troppo tempo: una volta che i minuti sono finiti, il sito è bloccato fino al giorno dopo. Se vi venisse in mente di cambiare il numero dei minuti per guadagnare tempo… beh, non sarà facile! Dovrete copiare un lungo paragrafo senza fare nessun errore, e solo allora potrete! Un po’ drastico ma efficace, non trovate?

Anche nella seconda dovrete assegnare un certo tot di tempo… questa volta però al vostro lavoro! E mentre il timer è in funzione, non potrete accedere ai siti che avete bloccato. Questa opzioni è meno drastica ma altrettanto efficace, specialmente se state lavorando sotto scadenza!

Se usate Firefox, esiste una estensione simile che però non ho provato: Leechblock. Funziona più o meno allo stesso modo, permettendovi di impostare siti che non volete visitare per un tot di tempo.

Se siete ancora con Internet Explorer… beh, è ora che passiate a qualcos’altro ;) io personalmente consiglio Google Chrome.

Avete altri software da consigliare? Considerato quanto spazio viene dato al problema della concentrazione, immagino che sia una questione importante per molti!

from Ladycaos.eu http://www.ladycaos.eu/?p=249&utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=ancora-una-volta-sulle-distrazioni-estensioni-utili-per-il-vostro-web-browser